home :: storia :: tecnica :: eventi :: gare e raduni :: campionato :: cronache :: galleria :: fita :: scuola volo :: equipaggi observer :: aerostati italiani :: libri :: meteo :: hall of fame :: glossario :: faq :: link :: chi siamo :: contatti :: mappa


Bibliografia aerostatica
In Italia sono da qualche anno finalmente disponibili varie pubblicazioni sull'aerostatica pregevoli, interessanti e curate che hanno messo a disposizione sia degli appassionati che del grande pubblico notizie storiche e dati tecnici uniti a immagini di grande suggestione colmando un vuoto durato per troppo tempo. I volumi sono reperibili abbastanza facilmente sia nelle librerie che sulla rete. La bibliografia seguente cerca di dare conto almeno in parte di quanto disponibile attualmente nel nostro Paese.
Collaborate ad arricchire e migliorare questa bibliografia segnalando altre opere, ma anche eventuali errori od omissioni scrivendo a aerostati@yahoo.it


Marco Majrani
I palloni volanti - Storia, tecnica e arte per volare più leggeri dell'aria
Hoepli Editore, 2008

La più recente fatica di Majrani prosegue l'opera di divulgazione intrapresa con i libri precedenti: un volume dove trovare tutto quello che riguarda le "navi del cielo" dalle origini a nostri giorni. Il saggio tocca tutti i campi inerenti l'aerostatica offrendo una lettura ricchissima di notizie storiche, informazioni scientifiche e dati tecnici ma anche racconti emozionanti e curiosi, aneddoti poetici e talvolta incredibili, ripercorrendo oltre due secoli di storia del volo "più leggero dell'aria". Come le precedenti opere dell'autore, si tratta di una lettura fondamentale sia per il neofita che desidera accostarsi al volo aerostatico, sia per l'esperto che vuole affinare la propria tecnica e la propria cultura. Completa il libro un vastissimo apparato di immagini.

Marco Majrani
Aerostati - Veloci come il vento, leggeri più dell'aria
Edizioni dell'Ambrosino, 1999

Gli aerostati nella storia, nell'arte, nella cultura, nella scienza. La tecnica, i record, le curiosità, ma anche il regolamento internazionale di gara e un completo manuale di volo. Il libro contiene inoltre centinaia di indirizzi di club, raduni, musei e riviste di tutto il mondo. Un capitolo è dedicato al primo giro del mondo in pallone realizzato nel 1999 dal Breitling Orbiter III. Scritto in maniera chiara e corredato da un ricchissimo apparato di foto, immagini e disegni esplicativi, continua a rappresentare un'opera fondamentale dalla quale questo sito ha potuto attingere a piene mani grazie alla cortese disponibilità dell'Autore.

Marco Majrani
Le navi del cielo
Edizioni dell'Ambrosino, 1993

E' in pratica la prima edizione del libro precedente, un'opera che alla sua uscita rappresentò una novità assoluta a livello internazionale. Per la prima volta tutto quanto c'è da sapere sull'aerostatica era raccolto in un solo volume corrredato da moltissime immagini. Da segnalare il capitolo con le esperienze personali scritte in prima persona dai piloti italiani che ne sono stati protagonisti. Esiste anche l'edizione in lingua francese ("Bulles d'atmosphère") e quella in lingua inglese ("Ships of the sky") realizzata per la Albuquerque International Balloon Fiesta.

Marco Majrani
Al tempo dell'aerostatica. 250 anni di audaci imprese, dai pionieri ad oggi
LoGisma Editore, 2015

L'ultima fatica di Majrani è incentrata sui prestigiosi e sorprendenti primati che l'Italia vanta nella storia dell'aerostatica fin dai suoi albori. Il saggio ripercorre in maniera organica e per molti versi inedita la storia degli eventi che segnarono l'evoluzione della scienza aeronautica nel nostro Paese, in particolare a Milano e a Roma. Da segnalare il lungo capitolo sull'evoluzione ed il futuro dei dirigibili. Come nelle altre analoghe opere dello stesso Autore non manca una particolare attenzione agli aspetti che legano il volo all'arte, al costume e alle letteratura.



Marco Majrani
Vincenzo Lunardi Aeronauta - L'avventurosa esistenza di un eroe del Settecento
LoGisma Editore, 2011

L'opera è dedicata al grande aeronauta lucchese che a cavallo tra il XVIII ed il XIX secolo, negli anni della Rivoluzione Francese, divenne straordinariamente popolare compiendo il primo volo umano in Inghilterra, volando successivamente in Italia, Spagna e Portogallo e giungendo fino a oltre settemila metri di quota. La sua vita, ricca di successi e autentici trionfi, fu però anche costellata da fallimenti e delusioni, in un avvincente successione di eventi mai banali. Il libro, frutto di una ricerca lunga, difficile ed appassionata, correggendo anche molte notizie imprecise circolate fino ad ora, racconta per la prima volta e in modo esaustivo la vita di uno dei più grandi e affascinanti personaggi del Settecento europeo, restituendo a Lunardi, morto povero e dimenticato in un convento portoghese, la fama e il merito che non riuscì ad ottenere in Patria dai suoi contemporanei.

Marco Majrani
Catalogo delle medaglie aerostatiche dal 1783 al 2013. La storia dell'aerostatica attraverso la coniazione commemorativa
LoGisma, 2014

Il volume, unico nel suo genere, offre un panorama della coniazione commemorativa di medaglie e monete in campo aerostatico, dalla fine del Settecento a oggi, da quelle più antiche, e dunque più rare e interessanti, alle emissioni in metallo "povero" come quelle coniate durante l'assedio di Parigi o per commemorare le prime competizioni del Novecento, ma ugualmente assai ricercate. Questo primo catalogo riguarda le realizzazioni collegate a eventi con palloni non dirigibili. Senza dunque pretendere di esaurire l'argomento esso offre un primo panorama interessantissimo sia per i collezionisti e i numismatici, sia per gli appassionati di storia dell'aerostatica.


Antonio Biasioli
Magic Special Shapes
Sport Balloon edizioni, 2005

In questa sua quarta opera l'autore presenta una straordinaria galleria di immagini delle più incredibili mongolfiere di forma speciale raccolta, con l'aiuto di amici fotografi e piloti nell'arco di diciassette anni un po' in tutto il mondo.

Antonio Biasioli
Il Mondo delle Mongolfiere
Sport Balloon edizioni, 2003

Il terzo libro del fotoreporter Antonio Biasioli è stato realizzato anche con il contributo di alcuni amici, piloti e appassionati, italiani e no, che hanno fornito immagini particolari scattate in occasione di vari raduni in giro per il mondo. Ne è nato un volume che, soprattutto attraverso le immagini, fornisce il ritratto del mondo aerostatico dipinto dall'autore che per passione da molti anni segue e documenta i più importanti raduni in Europa, Canada e Stati Uniti cercando di coglierne gli aspetti più significativi e spettacolari per restituire al lettore tutta la magia del mondo delle mongolfiere.

Balloning over 2000 Antonio Biasioli
Ballooning over 2000
Editrice Elzeviro

Seconda fatica editoriale di Biasioli sempre impegnato a trasmettere la sua passione per le mongolfiere attraverso immagini suggestive, di grande effetto e bellezza, scattate durante i maggiori raduni internazionali ed in altre occasioni. Il libro è corredato da notizie storiche e informazioni tecniche utili a comprendere la natura del volo in mongolfiera e la tecnica di costruzione dei palloni ad aria calda.

Magic Balloons Antonio Biasioli
Magic Balloons
Centrooffset, 1995

L'autore, giornalista e fotografo di sport, natura e turismo, frequenta da molti anni il mondo dell'aerostatica ed ha partecipato a molti raduni e competizioni sia in Italia che all'estero. Questa sua prima opera è un libro molto bello, che non lascia indifferenti per come riesce a tradurre in immagini spettacolari tutto il fascino e l'emozione indescrivibile del volo in mongolfiera nelle occasioni e nei paesaggi più diversi.


Mongolfiere. Storia, evoluzione e grandi avventure Daniela Comi, Roberto Magni
Mongolfiere. Storia, evoluzione e grandi avventure
Edizioni White Star, 2009

In un panorama editoriale come quello italiano che all'aerostatica dedica poca attenzione, si segnala questo libro che in 300 pagine di immagini ripercorre la storia dell'aerostatica attraverso le imprese dei grandi personaggi che ne hanno segnato l'evoluzione. Perché "ieri come oggi, dai fratelli Montgolfier ai piloti del futuro, l'aerostatica, per quanto sviluppatasi nel corso del tempo, ha mantenuto lo stesso principio e ogni pilota deve venire a patti con la natura per potere dare del tu alle nuvole". E così "la mongolfiere moderne continua a farci sognare perché è quanto rimane dell'infanzia in ogni adulto, è Jules Verne e le sue avventure prodigiose, è un mondo di poesia vivente e palpabile".


Lorenzo Diaco
Mongolfiere
Thema Edizioni, 1988

Bellissimo libro completamente illustrato con foto di grande formato a colori di Lorenzo Diaco, Pietro Contegiacomo, Peter Hansen, Dany Cleyet-Marrel e altri. Si tratta probabilmente del primo libro del genere pubblicato in Italia sulle mongolfiere, ormai reperibile solo nelle librerie antiquarie o sulla rete. L'introduzione è scritta da Paolo Contegiacomo, grande personaggio dell'aerostatica italiana, uno degli artefici della rinascita del volo in mongolfiera nel nostro paese, purtroppo prematuramente scomparso.


Massimo Raffanti
Volare in Mongolfiera
Pezzini Editore, 2013

Massimo Raffanti, giornalista, scrittore, fondatore del "Vincenzo Lunardi Balloon Club" di Lucca, vola in mongolfiera dal 1984 ed è l'instancabile animatore di molte manifestazioni ed eventi. In questo volume ha raccolto il frutto di anni di ricerca e di studio con l'obiettivo di recuperare e mantenere la memoria del grande aeronauta lucchese Vincenzo Lunardi. Un volume che contribuisce ad arricchire nel modo migliore la non vastissima bibliografia italiana sull'aerostatica e che ha anche lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica, il mondo imprenditoriale e le istituzioni locali ad un maggior impegno nella divulgazione della conoscenza dell'aerostatica e della storia del volo nel nostro Paese.


L'ultima grande avventura Bertrand Piccard, Brian Jones
L'ultima grande avventura (t.o. Winds of hope)
Corbaccio, 1999

La storia del primo giro del mondo in pallone narrato in prima persona dai suoi protagonisti, Bertrard Piccard e Brian Jones. Il volume, un vero e proprio diario di bordo a due voci, racconta tutte le difficoltà, le incertezze, e i pericoli affrontati sorvolando il globo terrestre per 45.000 chilometri dentro una capsula lunga sei metri per vedere realizzato il sogno di portare a termine un'impresa mai riuscita a nessuno in precedenza. Con l'aiuto di foto a colori e dettagli tecnici, i due trasvolatori ci rendono partecipi della loro epica avventura dalla sua ideazione alla felice conclusione attraverso guasti, imprevisti, condizioni meteorologiche avverse, la paura di rimanere senza carburante, le difficoltà per ottenere il permesso di sorvolo sulla Cina, fino all'atterraggio nel deserto egiziano e alla consapevolezza di avere compiuto una grande impresa umana prima ancora che sportiva e tecnologica.

Antonio Castellani
I cavalieri del cielo. Storia della Gordon Bennett Balloon Cup
LoGisma, 2013

Il libro ricostruisce l'epopea della Coupe Gordon Bennett, la più antica e gloriosa gara aeronautica del mondo. L'autore racconta le varie edizioni di una competizione unica, ormai entrata nel mito, sempre contrassegnate da un grande agonismo, nel periodo eroico della Coppa, dal 1906, con la pausa forzata per la prima guerra mondiale, fino al 1938 e alla fine di un'epoca. Il racconto, minuzioso e documentato, si snoda in una lunga serie di avventure incredibili e talvolta, purtroppo, anche tragiche, ma anche di risultati tecnici e sportivi di grande rilievo a cui fanno da accompagnamento episodi divertenti e paradossali.


Dirigibili Giorgio Zanrosso
Dirigibili 1852-1937. Dal Giffard n.1 all'Hindenburg
Editrice Veneta, 2004

L'autore, grande appassionato ed esperto di aviazione, ricostruisce l'affascinante percorso storico-tecnico dei dirigibili dai fratelli Montgolfier fino ai giganteschi Zeppelin. Nella prima parte del volume si ripercorre la storia dalle prime teorizzazioni fino alle realizzazione dell'Ottocento. Segue lo sviluppo dei dirigibili fino alla prima guerra mondiale e poi il loro impiego bellico. L'ultima parte dell'opera copre il periodo che va dalla fine della Grande Guerra alla tragedia dell'Hindenburg che segnò la fine dell'epoca d'oro dei dirigibili. Notevole l'apparato iconografico con fotografie, schemi, grafici e molte immagini d'epoca. Non mancano nemmeno note tecniche e un'utile bibliografia. Un'opera indispensabile a per chiunque sia interessato ai dirigibili e più in generale al volo aerostatico.


L'Italia al Polo Nord Umberto Nobile
L'"Italia" al Polo Nord
White Star/National Geographic, 2006

Dopo quella effettuata con successo a bordo del "Norge" insieme a Roald Amundsen, Umberto Nobile decise di tornare al Polo Nord con un dirigibile per compiere rilevamenti geografici ed esperimenti scientifici, ma con una spedizione interamente italiana. Con questi obiettivi progettò il dirigibile "Italia" e nel 1928 organizzò una nuova spedizione aerea polare. L'impresa ebbe però un esito tragico: il 23 maggio l'aeronave precipitò sulla banchisa, sette uomini persero la vita e per i superstiti iniziò la lotta per la sopravvivenza con pochissimi mezzi a disposizione, scarsi viveri e difficiltà di ogni genere prima, di essere portati finalmente in salvo il 10 luglio. Nobile ricostruisce un'impresa che è rimasta nella storia delle sfide artiche e nella memoria collettiva e continua a far discutere.


Umberto Nobile
Ali sul Polo. Storia della conquista aerea dell'Artide
Mursia, 2001 (prima ed. 1975)

Il grande aeronauta italiano racconta le due imprese polari da lui condotte: quella del 1926 con Roald Amundsen a bordo del dirigibile "Norge" e quella, sfortunata, del 1928 con l'"Italia", con la tragica epopea dei superstiti della "tenda rossa". Nobile non si limita però a narrare le due imprese di cui fu protagonista ma descrive con precisione tutta la storia delle esplorazioni aeree dell'Artico, mantenendo sempre il distacco del cronista anche evitando, per esempio, la narrazione in prima persona. Anche sulle infuocate polemiche che accompagnarono e seguirono la tragedia del "Italia" Nobile propone il suo punto di vista ma sempre con un taglio documentaristico ed evitando toni romanzeschi.

Umberto Nobile
Sentieri azzurri. La conquista del Polo Nord
Anthelios

Il diario in cui Nobile racconta la trasvolata del Polo Nord con il dirigibile "Norge" insieme al grande esploratore norvegese Roald Amundsen. Durante il volo dalle isole Svalbard all'Alaska, tra l'11 e il 13 maggio del 1926, il grande aeronauta ed esploratore italiano annotò su alcuni fogli sparsi gli avvenimenti e le emozioni che accompagnarono quello straordinario evento. Il volumetto propone la trascrizione integrale di quegli appunti e riproduce i fogli originali. Un documento di notevole importanza per la storia della conquista aerea dell'Artide.

Ferruccio Dendena
La tenda rossa
Anthelios

Il volume rievoca con molte immagini l'appassionante e tragica vicenda della trasvolata del dirigibile "Italia" che nel 1928, durante il volo di ritorno dal Polo, si schiantograve sulla banchisa. I sopravvissuti attesero per 48 giorni l'arrivo dei soccorsi e la "Tenda Rossa" divenne il rifugio da cui trasmettere i messaggi di aiuto con la radio rimasta fortunosamente intatta. Le operazioni di soccorso videro coinvolte molte nazioni e causarono la morte, tra gli altri, del famoso esploratore Roald Amundsen con cui Nobile aveva compiuto la trasvolata artica a bordo del "Norge". Allegato al volume un cd-rom con centinaia di foto e diversi filmati che costituiscono una preziosa documentazione e la testimonianza delle capacità e del coraggio dei trasvolatori e dei loro soccorritori.

Wilbur Cross
Disastro al polo
TEA, 2003

Un resoconto appassionato che ricostruisce la tragica trasvolata polare del dirigibile "Italia" di Umberto Nobile. Una narrazione ricca di suspense che, tra intrighi politici e colpi di scena, ricostruisce i momenti salienti della vicenda delineandone i protagonisti sulla base delle testimonianze dei superstiti.

Edoardo Grandi
I dirigibili
Idealibri, 1997

La storia delle maestose aeronavi che qualcuno ha definito i dinosauri dell'aria - e che, come quei giganteschi rettili, dopo aver dominato si sarebbero estinti a causa della loro mole - ma che per alcuni decenni hanno dominato incontrastati i cieli e attraversato gli oceani quando ancora gli aeroplani erano poco più che fragili giocattoli.

L'hangar per dirigibili di Augusta Ilario Saccomanno
L'hangar per dirigibili di Augusta
Associazione Hangar Team Augusta

Il volume serve a sostenere le iniziative di conservazione dell'hangar per dirigibili di Augusta, una struttura militare unica nel suo genere. L'imponente opera venne iniziata nel 1917 e fu inaugurata nei primi mesi del 1920. Il complesso era dotato anche di caserme, officine e abitazioni per ufficiali e truppa. In seguito, nella zona sottostante la collina dell'hangar, furono costruito anche un idroscalo per ricognitori e aerosiluranti. Dopo la seconda guerra mondiale e fino al 1958 la zona venne usata dalla britannica BOAC come base per la linea aerea Gran Bretagna-Italia-Nord Africa. In seguito il complesso fu utilizzato come base elicotteri della Guardia di Finanza per poi finire definitivamente in disuso.

Léo Gerville-Réache
Il giro del mondo in Zeppelin
FBE Edizioni, 2009
Nel 1928 fu compiuto il primo giro del mondo del dirigibile Graf Zeppelin: con un volume di 105.000 mc di volume e motori capaci di erogare 2700 cv di potenza era il piú grande dirigibile progettato dal conte Ferdinand von Zeppelin. Costruito come aeronave sperimentale fu l'aeronave per trasporto passeggeri di maggior successo in quel periodo e si dimostrò così affidabile che fu utilizzato per le imprese che lo resero famoso tra cui la traversata artica e, appunto, il giro del mondo. Il giornalista Léo Gerville-Réache, una delle "firme" del quotidiano francese Le Matin, visse e raccontò quella straordinaria trasvolata. Con lo stile efficace del reporter di razza il libro ci consegna un importante documento storico corredato da fotografie dell'epoca.


Manuale Arnaud Deramecourt
Le pilotages des montgolfières
Cepadues-Editions, 2000

Seconda edizione di questo manuale realizzato da Arnaud Deramecourt, pilota, istruttore e costruttore di mongolfiere, sotto l'auspicio della Direzione generale dell'aviazione civile francese e della Federazione francese di aerostatica. Questa nuova edizione (interamente riscritta) con l'ausilio di un gran numero di fotografie, carte e schemi grafici, permette un approccio concreto e l'acquisizione di tutte le informazioni indispensabili alla pratica del volo in mongolfiera. Un vero e proprio testo di riferimento reperibile anche in Italia nelle librerie specializzate oppure su Internet ma di cui purtroppo esiste solo l'edizione in lingua francese.


Enrico Maddalena
Il libro delle mongolfiere
Il Castello, 1992

E' il testo fondamentale per progettare, costruire e far volare le mongolfiere di carta. Molto ricco di illustrazioni e tecnicamente approfondito, contiene quindici progetti, dati tecnici e informazioni storiche. Dall'attrezzatura e dai materiali, alla geometria e alla struttura dei palloni di carta; dalla progettazione, alla costruzione, al volo, un manuale completo per la realizzazione amatoriale di mongolfiere di carta, scritto da uno dei fondatori dell'associazione ARIA e tra i massimi esperti di questa particolare specialità del modellismo aeronautico che in Italia vanta una lunga e ricca tradizione.


Davide Arecco
Mongolfiere, scienze e lumi nel tardo Settecento
Cacucci, 2003

La cultura accademica e le conoscenze tecniche applicate al volo dalla vigilia della rivoluzione francese all'età napoleonica. Ovvero la conquista del cielo e la nascita della navigazione aerea nell'età dei lumi. Il volume racconta la presenza del volo in pallone nella storia degli antichi stati italiani.

Vittorio Angius, Almerico da Schio
La scienza aerostatica
Giunti, 1998

Si tratta della riedizione di un libro del 1855 in cui Vittorio Angius, pur non essendo ingegnere, presenta anticipazioni che per molti versi oggi appaiono quasi profetiche come, per esempio, l'impiego dell'alluminio per la costruzione di aeromobili. L'opera contiene anche tre brevi saggi di Almerico da Schio, studioso delle problematiche del volo più leggero dell'aria, uno dei precursori dello studio dei dirigibili nonché progettista e costruttore del primo dirigibile italiano.

Giornale Aerostatico Giornale Aerostatico
Un altro primato dell'aerostatica italiana ai primordi della storia del volo: si tratta, infatti, del primo periodico aeronautico pubblicato al mondo edito a Milano nel gennaio del 1784 e che nel primo numero esordiva scrivendo: "Siamo già quasi giunti al sogno di varcar l'aria come le acque del mare". Purtroppo il sogno, almeno sulla carta stampata, svanì presto: il "Giornale" fu infatti costretto a chiudere dopo soli tre mesi perché né il governatore austriaco del Lombardo-Veneto, né l'imperatore gradivano la pratica del volo aerostatico. La ristampa anastatica, in 500 copie numerate fuori commercio, è stata realizzata nel 1984 dalla Tipolitografia Fraschetti di Roma per conto del Museo Aeronautico "G.Caproni" di Trento in occasione del Bicentenario del primo volo in mongolfiera compiuto in Italia.






[home page]